• Con la sponsorizzazione non condizionante di

Presentazione

Lo scenario del mondo del lavoro è cambiato; l’ambito dirigenziale, pubblico o privato che sia, si trova a dover fronteggiare situazioni nuove, inedite e mutevoli. Ai professionisti sanitari viene chiesto di comportarsi con maggiore versatilità, di essere pronti a cambiamenti repentini e di essere più flessibili.

 

In questo contesto tutto è diventato mutevole e, nell’incertezza, si vive con ansia il proprio lavoro; la progettualità per il futuro sembra sfumare e lasciare il posto al cambiamento continuo, in un mondo globalizzato dove l’economia ruota intorno al breve periodo.

 

L’incertezza diventa parte integrante della vita quotidiana: si dà per scontato che l’instabilità sia normale, che la contrazione delle risorse disponibili sia inevitabile e naturale.

 

Per il medico tutto ciò ha un costo in termini psicologici tanto da poter slatentizzare dimensioni ansiose difficili da gestire.

 

La crisi scatenata prima dalla pandemia del Covid-19, poi dalla guerra in Ucrania, ha reso questo scenario ancora più problematico.

Da qui la necessità di esplorare il proprio mondo interiore per far emergere le risorse disponibili in modo da poter gestire lo stress e governare in modo positivo le incertezze della vita.

 

Lo stress incide sul benessere e sulla sicurezza dell’individuo e rappresenta una minaccia per il lavoro e per l’economia.

 

Per tali motivi è diventato sempre più pressante la necessità di occuparsi del benessere del medico aiutandolo a sviluppare fattori di resilienza che riducono la sua vulnerabilità allo stress.

 

È questa la vera sfida della psicologia del positivo che si pone come paradigma fondamentale per lo sviluppo di stili di vita vincenti attraverso percorsi formativi innovativi. Il cambiamento di prospettiva è determinante e radicale; oggi si parte dal presupposto che la mente umana, nei suoi aspetti cognitivi ed emotivi, possiede le energie sufficienti per creare le condizioni che favoriscono la crescita di personalità mature ed efficaci, con confini ben strutturati e un Io consapevole e forte.

 

Il corso intende definire il ruolo del professionista sanitario in un mondo che cambia, nel tentativo di fornirgli gli strumenti psicologici che lo aiutino a realizzare i progetti intrapresi, a farne altri, e a rafforzare sempre meglio la propria capacità di autonomia e funzionalità.

 

L’obiettivo fondamentale del percorso formativo è quindi centrato sugli aspetti positivi della personalità che si fondano soprattutto sulla capacità di:

 

- saper riconoscere e gestire le emozioni;

- avere fiducia in se stessi ed essere autonomi;

- essere assertivi ed intraprendenti;

- saper gestire le situazioni difficili;

- saper organizzare al meglio la propria vita ed avere il controllo degli impegni assunti;

- mantenere la calma ed avere coraggio in situazioni difficili;

- risolvere i problemi senza disperdere eccessive energie;

- essere innovativi, positivi, creativi;

- avere fiducia nelle persone che la meritano, favorire le buone relazioni;

- investire tempo nello studio per rafforzare le proprie conoscenze;

- saper accettare i propri difetti;

- imparare a dare il meglio di sé anche di fronte agli imprevisti;

- saper affrontare le difficoltà al momento giusto e con fermezza;

- favorire il confronto costruttivo con gli altri;

- essere contenti e soddisfatti di se stessi, sapersi rilassare.

 

 

Per raggiungere tale obiettivo viene proposto il modello del fitness cognitivo-emotivo che mira ad aiutare l’individuo ad affinare la capacità di operare scelte adeguate a sostenere il proprio benessere psicofisico grazie ad un allenamento costante dei processi mentali, sia cognitivi che emotivi.

 

Verranno così indicate le strategie per l’apprendimento autodiretto.

Programma

• Presupposti per l’efficacia umana e professionale

• Stress e adattamento: ben oltre la resilienza

• Rischio psicosociale e tutela della salute nei luoghi di lavoro (D.Lgs 81/2008)

• Le conseguenze negative dello stress (distress) stress e ben-essere (eustress)

• Fattori di vulnerabilità allo stress

- Il disturbo d’ansia

- Depressione e disturbi dell’umore

- Disturbi del sonno e stile di vita

• Motivazione interiore e strategie di adattamento

• Le abilità cognitive ed emotive

• La gestione della complessità

• Autostima, Autoefficacia e response ability

• Il fitness cognitivo-emotivo.

 

STRESS E BEN-ESSERE

Saranno descritti le caratteristiche dello stress, sia in positivo che in negativo, sottolineando l’importanza di saper cogliere e gestire i primi segnali di tensione. Particolare attenzione sarà centrata sui fattori positivi dello stress.

 

IL FITNESS COGNITIVO-EMOTIVO

Saranno descritte in modo pratico le principali dimensioni della mente – dal cognitivo all’emotivo – per favorire l’utilizzo ottimale delle proprie risorse.

Informazioni

Obiettivo formativo

20 - Tematiche speciali del S.S.N. e/o S.S.R. a carattere urgente e/o straordinario individuate dalla Commissione nazionale per la formazione continua e dalle regioni/province autonome per far fronte a specifiche emergenze sanitarie con acquisizione di nozioni tecnico-professionali

Mezzi tecnologici necessari

Pc con sistema operativo Windows, MAC, LINUX. Connessione internet

Procedure di valutazione

Questionario di valutazione a risposta multipla con doppia randomizzazione

Prerequisiti cognitivi

Questo corso formativo è stato programmato e realizzato tenendo conto degli obiettivi formativi previsti come prioritari nel Programma nazionale E.C.M., nel Piano sanitario nazionale e nei Piani sanitari regionali e delle Province autonome di Trento e Bolzano.

 

Il corso rientra nelle seguenti macroaree:

Area degli obiettivi formativi di processo 
Gli obiettivi formativi di processo [...] individuano lo sviluppo delle competenze e delle conoscenze nelle attività e nelle procedure idonee a promuovere il miglioramento della qualità, efficienza, efficacia, appropriatezza e sicurezza dei processi di produzione delle attività sanitarie, consentendo la programmazione di eventi destinati ad operatori ed équipe che operano in un determinato segmento di produzione.

 

Area degli obiettivi formativi di sistema

Gli obiettivi formativi di sistema [...] individuano lo sviluppo delle conoscenze e competenze nelle attività e nelle procedure idonee a promuovere il miglioramento della qualità, efficienza, efficacia, appropriatezza e sicurezza dei sistemi sanitari, consentendo la programmazione di eventi interprofessionali, destinati a tutti gli operatori.

Responsabili

Responsabile scientifico

Elenco delle professioni e discipline a cui l'evento è rivolto

Medico chirurgo

  • Allergologia ed immunologia clinica
  • Anatomia patologica
  • Anestesia e rianimazione
  • Angiologia
  • Audiologia e foniatria
  • Biochimica clinica
  • Cardiochirurgia
  • Cardiologia
  • Chirurgia Generale
  • Chirurgia Maxillo-facciale
  • Chirurgia pediatrica
  • Chirurgia plastica e ricostruttiva
  • Chirurgia toracica
  • Chirurgia vascolare
  • Continuita assistenziale
  • Cure Palliative
  • Dermatologia e venereologia
  • Direzione medica di presidio ospedaliero
  • Ematologia
  • Endocrinologia
  • Epidemiologia
  • Farmacologia e tossicologia clinica
  • Gastroenterologia
  • Genetica medica
  • Geriatria
  • Ginecologia e ostetricia
  • Igiene degli alimenti e della nutrizione
  • Igiene, epidemiologia e sanita pubblica
  • Laboratorio di genetica medica
  • Malattie dell'apparato respiratorio
  • Malattie Infettive
  • Malattie metaboliche e diabetologia
  • Medicina aereonautica e spaziale
  • Medicina del lav. e sicurez. degli amb. di lav.
  • Medicina dello sport
  • Medicina di comunita'
  • Medicina e chirurgia di accettaz. e di urgenza
  • Medicina fisica e riabilitazione
  • Medicina generale (Medici di famiglia)
  • Medicina interna
  • Medicina legale
  • Medicina nucleare
  • Medicina subacquea e iperbarica
  • Medicina termale
  • Medicina trasfusionale
  • Microbiologia e virologia
  • Nefrologia
  • Neonatologia
  • Neurochirurgia
  • Neurofisiopatologia
  • Neurologia
  • Neuropsichiatria infantile
  • Neuroradiologia
  • Oftalmologia
  • Oncologia
  • Organizzazione dei servizi sanitari di base
  • Ortopedia e traumatologia
  • Otorinolaringoiatria
  • Patologia clinica
  • Pediatria
  • Pediatria (pediatri di libera scelta)
  • Privo di specializzazione
  • Psichiatria
  • Psicoterapia
  • Radiodiagnostica
  • Radioterapia
  • Reumatologia
  • Scienza dell'alimentazione e dietetica
  • Urologia

Farmacista

  • Farmacista pubblico del SSN
  • Farmacista territoriale
leggi tutto leggi meno